fbpx
curiosità bandiere del mondo

Bandiere dal mondo: curiosità e significati

 Quando pensiamo ad uno Stato qualsiasi, una delle prime cose che ci vengono in mente, se non proprio la prima, è la sua bandiera, con i suoi colori, le sue forme. Oppure può saltarci in mente subito una domanda: ma come è fatta la bandiera di quello Stato? 

La bandiera è forse la forma più “pura” dell’identità di un Stato. Una bandiera, un “semplice” insieme di colori e forme, è la massima rappresentazione della storia, della cultura, della tradizione di un Paese e del suo popolo. La bandiera colpisce e affascina, per l’enorme valore simbolico che questa racchiude, descrivendo, senza l’uso di parole, il passato e il presente di una nazione. 

Proprio parlando di valore simbolico, la bandiera è sempre stata, ed è ancora oggi, prima di tutto un simbolo. Un simbolo che può comunicare tantissimo a seconda del contesto in cui viene utilizzato, dal senso di appartenenza di chi espone la bandiera del proprio Paese, fino alla comunicazione politica, di protesta, di affermazione di status, da parte di chi si “appropria” di una bandiera non sua per comunicare qualcosa di diverso.

Il mondo delle bandiere è quindi un mondo profondo, ricco di significati e di storia, che ha sempre affascinato e continuerà sempre ad affascinare.

In questo articolo abbiamo pensato di raccogliere alcune delle curiosità più interessanti sulle bandiere del mondo, per un “viaggio” all’interno dell’universo di questi “simboli”. 

Curiosità sulle bandiere del mondo

Partiamo da una curiosità legata ad una domanda molto frequente: “Esistono due bandiere nel mondo identiche?”

La domanda è legittima perché, a ben pensarci, prendendo le bandiere di tutto il mondo, tante di queste possono sembrare molto simili, nei colori utilizzati, nella loro disposizione, nelle forme. Può capitare facilmente ad una persona non esperta del campo di confondere la bandiera di uno Stato con un’altra, proprio per via di queste similitudini. 

La realtà però è che la risposta giusta alla domanda citata sopra è: “No!”

Bandiere del mondo: simili, ma non uguali!

Le somiglianze possono senza dubbio ingannare, ma non esistono nel mondo anche due sole bandiere identiche tra loro, perché ognuna è distintiva della storia, della tradizione e dell’identità di un’unica nazione. 

Può capitare di trovare bandiere che sembrano identiche, ma dove è solo un colore o addirittura una tonalità dello stesso colore a variare. 

È il caso delle bandiere di Paesi Bassi e Lussemburgo, tra cui varia solo l’ultima striscia, da blu ad azzurro. Oppure, prendendo bandiere ancora più simili, si potrebbero confondere le bandiere di Chad e Romania che differiscono tra loro soltanto per quanto riguarda la tonalità di blu. 

Altre bandiere, invece, possono sembrare del tutto identiche, se non fosse per la loro forma. È il curioso caso delle bandiere di Indonesia e Principato di Monaco, entrambe caratterizzate da due bande orizzontali, una bianca e una rossa, e del tutto identiche, se non fosse per la loro lunghezza! 

Discorso ancora diverso per la bandiera della Polonia che è semplicemente un falso uguale delle due appena citate, avendo in realtà i colori bianco e rosso invertiti. 

Lo stesso vale per la bandiera irlandese, simile alla nostra bandiera italiana, se non fosse per l’arancione che sostituisce il rosso, e identica alla bandiera della Costa d’Avorio, ma con verde e arancione invertiti. 

Due bandiere del mondo identiche?

Esistono quindi molte bandiere simili, alcune che si distinguono solo per un dettaglio di forma e di colore, ma ogni bandiera del mondo rimane unica. 

Tuttavia, a proposito di curiosità, occorre dire che in realtà sono esistite due bandiere totalmente identiche in passato

È capitato ad Haiti e Liechtenstein, due stati non proprio di grande dimensioni, ma che nel 1936, in occasione delle Olimpiadi di Berlino, si ritrovarono le due bandiere una vicina all’altra, scoprendo così di avere la stessa identica bandiera nazionale, composta da due bande orizzontali, una blu e una rossa. 

A seguito di quel bizzarro “incontro”, entrambe le bandiere furono variate: il Liechtenstein aggiunse il simbolo della corona in alto a sinistra, mentre Haiti aggiunse al centro il disegno su sfondo bianco che possiamo vedere ancora oggi. 

I colori nelle bandiere del mondo

I colori, quindi, sono spesso la causa principale di confusione tra bandiere diverse, ma raramente sono causali! Il colore, infatti, è senza dubbio uno dei principali elementi distintivi delle bandiere del mondo, ma non sempre utilizzi di colori simili da parte di Stati diversi sono solo frutto del caso.

Più spesso, si può notare che Paesi con tradizioni, storia e culture simili o vicine, finiscano per avere colori comuni nella propria bandiera.

Questo perché anche il colore ha un alto carico simbolico e quasi sempre il suo significato deriva da ciò che questo rappresenta o ha rappresentato a livello culturale e politico nella storia di quel determinato popolo.

Gli elementi e i simboli ricorrenti nelle bandiere del mondo

Allo stesso modo dei colori, nelle bandiere del mondo si possono trovare anche specifici elementi ricorrenti che caratterizzano e uniscono popoli e culture. 

Basti pensare alla croce presente in numerose bandiere, da quella inglese a quelle scandinave, simbolo del cristianesimo che ha caratterizzato la storia di quei popoli, mentre tra le bandiere africane e del Medio Oriente è molto più probabile ritrovare elementi come la Mezzaluna e la Stella, simboli della religione islamica. 

Simboli che accomunano stati diversi, quindi, raccontandone implicitamente storia e cultura. E si sa, la religione ricopre sempre un ruolo importante nella storia di un popolo, tanto è vero che ad oggi una bandiera su tre in tutto il mondo contiene un riferimento religioso! 

Le bandiere del mondo “famose”

Ecco quindi che attraverso i colori o un vessillo si potrebbe provare a ipotizzare il contesto, la cultura e il significato anche di bandiere che apparentemente non si conoscono o riconoscono. 

D’altronde non è così semplice riconoscere ogni singola bandiera del mondo, anche se alcune di queste sono talmente note e “popolari” non solo da essere riconosciute a colpo d’occhio, ma anche da essere ricordate con il proprio soprannome! 

È il caso della celebre “Stars and Stripes” degli USA, così densa di significato nella nostra cultura, o della “Union Jack” che rappresenta il Regno Unito. 

Proprio sul significato e l’origine di quest’ultima c’è una curiosità interessante, in quanto essa contiene i simboli degli Stati che compongono il Regno Unito, tranne il Galles, ma comprendendo anche l’Irlanda, che invece non ne fa parte. 

La bandiera è infatti composta da tre croci: la Croce di San Giorgio, a rappresentare l’Inghilterra; la Croce di Sant’Andrea, a rappresentare la Scozia; la Croce di San Patrizio, a rappresentare ovviamente l’Irlanda. 

Non c’è il Galles però, nonostante parte del Regno Unito, perché al momento della creazione della bandiera, nel 1606, lo Stato era ancora parte dell’Inghilterra. L’ultimo fatto curioso sulla storia di questa bandiera è che, nonostante la storia travagliata tra Inghilterra e Irlanda, la bandiera del Regno Unito mantiene ancora oggi la Croce di San Patrizio, anche dopo l’Indipendenza dell’Irlanda Meridionale (o Eire) dal Regno Unito, nel 1921.

Bandiere del mondo che cambiano

Nonostante questo dettaglio che ha resistito agli anni e alle separazioni, la Union Jack è comunque cambiata tanto nel corso della storia, così come tante altre bandiere. 

Il cambiamento e le variazioni, infatti, fanno parte della natura stessa delle bandiere del mondo, perché queste riflettono la società, la storia dei popoli e mostrano, nelle modifiche a cui sono sottoposte, tutte le peculiarità dei diversi periodi storici in cui “vivono”. 

La bandiera tedesca, in questo senso, è una delle bandiere che ha subito più variazioni nel corso degli anni, spesso anche radicali, per via della storia travagliata di uno Stato che ha vissuto imperi, guerre, regimi, divisioni, unificazioni, repubbliche. 

Il cambiamento però non è una caratteristica esclusiva della bandiera tedesca e della sua storia. Tutte le bandiere nella loro storia hanno subito delle variazioni, adattandosi ogni volta ai tempi in cui sventolavano e riflettendone la società, la cultura, la religione. Tutte, tranne una, quella della Danimarca, ad oggi l’unica bandiera del mondo ad essere sempre rimasta la stessa, fin dalla sua nascita nel 1625!